· 

La violenza della magia rossa

Qualche giorno fa ho letto un post di una cartomante e ritualista molto conosciuta su facebook e diceva questo:

" Te lo riporto ai tuoi piedi pentito e arreso! "

...un po' perplessa ho fatto scorrere la sua pagina:

" Ti ha lasciato? Contattami e starà con te per tutta la vita. Quello che faccio non può essere modificato da nessuno, sono la strega più potente in circolazione ".

 

Accidenti...ma la vedete anche voi la violenza che c'è in queste parole? Nelle intenzioni?

E la cosa spiacevole è che tantissime donne si affidano a lei, si complimentano per i post spesso filosofici che pubblica, la considerano saggia. Si rivolgono a questa ritualista con urgenza e disperazione, affidandogli l' assurdo e pericoloso compito di manipolare la mente dell' amato.

Amato? No, una persona che manipola la mente e i sentimenti di un uomo ( o una donna ) non ama. Che amore c'è nella costrizione?

 

Obblighereste l'uomo che amate a fare qualcosa che non vuole?

Gli dareste un'infelicità mascherata in modo irreversibile?

Davvero lo obblighereste a vivere una vita che non vorrebbe?

 

Chi mi segue da tempo non lo farebbe mai, questo lo so per certo.

 

È un po' come costringere l'uomo che amiamo a una vita finta, come privargli delle sue mille possibilità, della sua libertà.

Qualcuno potrebbe pensare che condanno la magia rossa perché non ho mai provato a soffrire in una relazione o per un uomo. La verità è che ho passato delle situazioni difficili e più grandi di me, so cosa vuol dire svegliarsi la mattina e dire: " cazz* è esattamente un anno che sto piangendo ", so come ci si sente a essere inseguite in modo malato dall'uomo che si ama, ma non poter stare con lui per le sue condizioni.

 

Ma se sono qui a scrivere queste cose è perché ho superato tante situazioni e la magia rossa non c'entra niente.

 

Se state soffrendo, abbandonate l'idea della manipolazione.

Piuttosto, concentratevi sull'amore per voi stesse e sull'amore per la persona amata.

Non importa se non potete averla - cosa che non potrà mai essere possibile, perché una persona non si possiede, ma al massimo si vive - amate in modo incondizionato, qualsiasi cosa accada.

 

E se amarlo non corrisponde più al vostro massimo bene, continuate ad amare voi stesse, e vedrete che si presenteranno situazioni migliori.

 

Non è facile e lo so, il cambiamento e la perdita possono darci una sofferenza enorme, un vuoto apparentemente incolmabile.

Ci dicono spesso che una volta toccato il fondo si può solo risalire, ma a volte in quel fondo ci rimaniamo per mesi o per anni.

Se non si hanno gli strumenti per rinascere e risalire può succedere.

Leggete gli altri post del blog e quelli che pubblicherò, perché possono davvero aiutarvi a stare meglio e ad uscire dal dolore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0